Due chiacchiere con quell’omone di Oscar Invernizzi

Di solito si chiede alle ragazze, ma a questo giro non ho potuto esimermi: Oscar, quali sono le tue misure? Siccome è in off season, il ragazzo è bello rilassato:

  • 132kg
  • 1.80m di altezza
  • 34 anni

e un massimale recente di 280kg di stacco, 110kg più di me che sono alto uguale e peso 35kg in meno…

Oscar Invernizzi solleva cose pesanti

Da dove si parte per fare lo Strongman

Non malissimo per uno che faceva il portiere, e nemmeno male, anche se l’hanno messo in porta perché era… cicciottello! Proprio per questo, ha iniziato intorno ai 21 con la palestra, prima con gli amici, poi più seriamente, da autodidatta, approcciandosi ai pesi importanti che gli piacevano non poco.

Ha trovato un suo posto per crescere a Crema, vicino casa, studiava su internet e riproponeva in palestra. All’inizio era più una questione di Powerlifting, allo Strongman ci è arrivato con il tempo, specializzandosi anche nella pesistica tramite i corsi della F.I.P.E..

Ha fatto un po’ di gare, e stava lavorando per un grande 2020: focus massimo sulla gara del 14/03, ma sappiamo tutti come è andata. Poteva dire davvero la sua, in quegli esercizi che ci sembrano un po’ da boscaioli del Nord Europa, tipo lanciare cose pesanti, sollevare pesi allucinanti, trainare i tir giù da un dirupo e… ok, sto esagerando, e soprattutto non voglio svilire quella che è una disciplina fantastica, ricca di tradizione, molto tecnica e soddisfacente.

Il Covid, dicevamo, e due anni di stop alle gare che gli hanno un po’ fatto perdere il treno ma che allo stesso tempo gli hanno permesso di conoscere e far crescere un bel gruppetto di ragazzi, a CrossFit® Peschiera Borromeo, dove ormai allena da diversi anni, e a Barbelbox Crema, dove ha il suo team.

Oscar in gara
Coach Oscar

Coach e Strongman a Milano

Non è facile, oggi, fare il coach: ci sono ragazzini con molto potenziale, ma fra la pandemia, l’età e l’ancora scarsa visibilità dello sport, si rischia di perderli un po’, anche per uno come Oscar, che è sì un gigante, ma veramente tanto buono, e li segue, si affeziona e si appassiona a ciascuno di loro.

Moltissimi arrivano dal CrossFit®, lo sport a cui è super grato, perché è vero che sporca un po’ i movimenti, ma ha dato a queste discipline storiche (Strongman, Weightlifting, Ginnastica su tutte) tantissima visibilità e possibilità di farsi riscoprire dal grande pubblico. E allora ben vengano quei ragazzi che spingono come delle iene, se vanno da lui a capire come farlo meglio, con più tecnica e forza, e chissà che non si appassionino e non nasca qualche futuro campione.

Oscar è così, indipendente (tutt’oggi lavora da autodidatta) ma capace di apprendere da tutti i maestri: Marco Carpani che l’ha cresciuto, Antonio Luchena, campione a livello nazionale di Strongman, e ora Domingo Poliandri, uno dei più grandi campioni di panca del panorama nazionale.

Da loro ha imparato a curare anche la personalizzazione della preparazione: ogni suo atleta ha un programma ad hoc, diversificato e modulato durante la settimana, basato sul fisico, gli obiettivi e la vita di ciascuno.

Perché tutti possiamo essere strongman, basta allenarsi nel modo (e con il coach) giusto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.