I prezzi dell’energia stanno mettendo in difficoltà i box di CrossFit in Italia. Ecco la situazione reale sui costi delle palestre.

Perchè sta aumentando il prezzo dell’energia?

Premettiamo che il problema del prezzo dell’energia non è solo italiano ma si abbatte in tutta Europa, soprattutto per quei Paesi (come il nostro) che maggiormente dipendono da altri sulle forniture di materia prima.

La principale causa risiede:

  • nell’aumento dei prezzi delle materie prime (quali gas e combustibili derivanti dal petrolio)
  • nell’aumento dei costi per le aziende che producono energia

La pandemia ha giocato un ruolo chiave, lo stop delle attività produttive e la successiva ripresa quasi all’unisono ha portato ad un rapido aumento della domanda per le materie prime che sono state, nei periodi più intensi, difficili da reperire a causa di problemi di disponibilità e di trasporto. Sul mercato ETS (Emissions Tranding Scheme) il prezzo spot del gas naturale al TTF (il mercato di riferimento europeo per il gas naturale) è aumentato, da gennaio a dicembre del 2021, di quasi il 500%; nello stesso periodo, il prezzo della CO2 è più che raddoppiato (da 33 euro a 79 euro/tCO2). Questi aumenti si stanno riflettendo nelle bollette che stanno arrivando a famiglie, consumatori e imprese.

Il Giorno stima che per il primo trimestre del 2022, il rincaro di luce e gas si potrebbe attestare sui 370 euro in più a famiglia rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente tenendo già conto anche dell’abbassamento di IVA.

E per i Box di CrossFit?

La situazione potrebbe essere ancora più pesante per chi gestisce un box o una palestra. Esattamente come succede ad un’impresa, si dovrà fare fronte ad un aumento drammatico dei costi in bolletta e, in questi casi, non sempre questi costi si potranno ribaltare sul cliente finale.

Oltre alle chiusure prolungate per molti mesi durante il periodo più critico della pandemia, i titolari di palestre ora dovranno fare fronte ad un altro uragano. Probabilmente non è ancora chiara la portata dell’onda anomala che si riverserà sui costi diretti per i box owner ma qualche numero a titolo di esempio possiamo fornirlo visto che già sono arrivati i primi bagni di sangue.

Da una nostra indagine un Box di CrossFit di medie dimensioni, senza picchi di utenza rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, le prime bollette stanno subendo rincari che vanno dal 40% al 60%, MINIMO.

Qualche numero in dettaglio

Ed è così che un Box di CrossFit di circa 600mq, spogliatoi compresi, si ritrova con una spesa per il riscaldamento anche raddoppiata rispetto al mese precedente. Uno scherzo da più di 1000 euro mensili non preventivato come quello capitato a CrossFit 47100 di Forlì che ci ha reso trasparenti i dati rispetto ai mesi precedenti:

Courtesy of CrossFit 47100 Forlì
Courtesy of CrossFit 47100 Forlì

Si precisa che le bollette, in questo caso, sono mensili e come si può notare l’importo dovuto sulla bolletta di Febbraio, a parità ovviamente di MQ (il box è sempre grande uguale…), subisce un aumento di 2x. Il Box Owner, che ringraziamo per la gentile concessione dei dati, ha mediamente mantenuto acceso il riscaldamento per 1,30h la mattina e 1,30h al pomeriggio, se non meno in determinati giorni particolarmente miti.

Per quanto riguarda l’acqua non è andata molto meglio:

Courtesy of CrossFit 47100 Forlì
Courtesy of CrossFit 47100 Forlì

Sul tema relativo alla fornitura di energia elettrica, le spese di CrossFit 47100 iniziano ad aumentare già su Dicembre 2021 con una curva sulla spesa della materia prima in costante crescita. Ecco il dettaglio dei bimestri Luglio – Agosto / Settembre – Ottobre / Novembre – Dicembre

Novembre Dicembre

Altri Box altri regali:

  • Mutina CrossFit di Modena ha ricevuto una bolletta della luce di 538 euro a fronte di una media di 200-250 euro per il medesimo periodo dello scorso anno
  • CrossFit Bicocca sia su Gas e Luce, ultima fatturazione +40%

Poi c’è il caso di CrossFit Mediolanvum, box di più di circa 720 mq a Milano che ci rende note delle cifre da capogiro sul Gas arrivate a Dicembre.

Courtesy of CrossFit Mediolanvum
Courtesy of CrossFit Mediolanvum

Qui parliamo di un +500% rispetto all’anno precedente su un mese solo!! Anche in questo caso, nessun ampliamento dei locali, nessun uso differente del gas in relazione agli stessi mesi dell’anno passato.

CHE FARE?

Perfetto, l’articolo potrebbe finire qui senza entrare in banalità del tipo: “state attenti ai consumi” ecc… Oltre a sperare che il prezzo delle materie prime si ristabilisca in un range di semi normalità (venti di guerre in Ucraina permettendo), per chi ha la possibilità potrebbe pensare a soluzioni alternative per sostituire il riscaldamento a gas. Alcuni Box hanno un riscaldamento a Pellet come il caso dei ragazzi di Modena (Mutina CrossFit).

Al ricevimento delle bollette attenzione sempre al prezzo applicato al gas e raffrontatelo con le medie facilmente reperibili su internet (vedi tabella sotto) valutando cambi di gestore qualora dovessero applicare tariffe completamente fuori mercato e occhio a repentine proposte di modifica unilaterali: il gestore ha il dovere, nella comunicazione relativa alle modifiche del contratto, di indicare in maniera chiara e comprensibile:

  • le modifiche proposte;
  • i contenuti e gli effetti della variazione in modo completo;
  • la decorrenza della variazione, ossia da quando avviene la modifica;
  • le modalità per la comunicazione del recesso da parte del cliente.

NB: spesso le bollette non riportano il prezzo unitario. Occorre richiedere la bolletta di dettaglio attraverso la propria Area Personale.

PREZZI UNITARI GAS

MESETTF_M €/Smc 
gen 221,209670
dic 210,884686
nov 210,965473
ott 210,700265
set 210,476233
ago 210,384988
lug 210,311668
giu 210,267234
mag 210,218705
apr 210,187535
mar 210,185007
feb 210,217876
gen 210,173886
dic 200,149025
nov 200,151381
ott 200,121656
set 200,086159
ago 200,056658
lug 200,056587

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.